venerdì 31 gennaio 2014

Mozione in merito a nuovi criteri di nomina degli scrutatori


Gruppo Consiliare Movimento Cinque Stelle
Comune di Porto Sant’Elpidio




Al Presidente del Consiglio Comunale

e.p.c. a tutti i Consiglieri Comunali
al Segretario Generale
al Sindaco



Porto Sant’Elpidio, lì 14/12/2013

OGGETTO: Mozione nuovi criteri di nomina degli scrutatori


Egregio sig. Sindaco,
con la presente il Movimento 5 Stelle chiede di inserire la presente mozione nell’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale. 
PREMESSO CHE
  • Nominare gli  Scrutatori è compito della Commissione Elettorale, che riunendosi  in pubblica adunanza presso il Municipio assegna gli incarichi per tutte le 19 sezioni elettorali presenti nel Comune di Porto Sant’Elpidio.
PRESO ATTO CHE
  • In passato la nomina avveniva previo sorteggio casuale tramite computer (legge 95/1989), sorteggiando tra gli elettori iscritti all’Albo unico degli Scrutatori
  • Attualmente, secondo l’art. 6 della legge n.95 dell’8 marzo 1989, modificato dall’art. 9, della legge 21 dicembre 2005, n.270, ulteriormente modificato dalla legge n.22 del 27 gennaio 2006, la chiamata degli iscritti è diretta e nominativa.
  • L’attuale legge non stabilisce i criteri di chiamata e nei vari comuni il sistema adottato dalle varie commissioni elettorali è quello di una mera ripartizione dei posti di scrutatori previsti per il Comune tra le varie forze politiche presenti sul territorio.
APPURATO CHE
  • In molti casi, alcuni gruppi politici raccolgono una rosa di nomi di persone conosciute e di fiducia iscritte all’Albo degli scrutatori, in modo da nominarli attraverso la Commissione Elettorale.
CONSIDERATO CHE
  • Questo meccanismo, se da una parte assicura un “controllo reciproco ai seggi” e quindi , come molti sostengono, rappresenta una garanzia non solo durante la fase di scrutinio, dall’altra crea un insopportabile disparità. Questo metodo, infatti, esclude quei cittadini che non hanno una collocazione politica dichiarata, una giusta amicizia o comunque una militanza politica chiara; ma soprattutto può essere una norma di reclutamento partitico piuttosto che, per esempio, una occasione di avvicinamento dei giovani alla politica oppure, anche se per queste forme di servizio non si parla di cifre elevate, un modo per aiutare i nostri concittadini che si trovano in difficoltà economiche. Non solo: gli scrutatori presenti in queste “liste blindate“ spesso vengono nominati  più volte, quindi ancor di più avvantaggiati rispetto a tutti gli altri, dato che hanno la possibilità di lavorare durante svariate tornate elettorali.
Infine, questo metodo, elude una equa ripartizione dei posti tra donne e uomini, non contribuendo a colmare il divario della partecipazione, diretta ed indiretta ai processi politici da parte delle donne, che ci vede tra gli ultimi posti in Europa.
TUTTO CIO’ PREMESSO, IL MOVIMENTO 5 STELLE
 RICHIEDE AL CONSIGLIO COMUNALE
 OVVERO ALLA COMMISSIONE ELETTORALE DI PORTO SANT’ELPIDIO DI:



 1. Adottare il metodo del sorteggio casuale, utilizando il servicio web gratuito Random.org, degli iscritti all’Albo unico degli Scrutatori per la nomina degli scrutatori stessi in occasione delle elezioni.
2.Imporre la quota del 50% di donne e del 50% di uomini sul totale degli scrutatori necessari.
3. Dare priorità a giovani studenti e disoccupati ricavando quest’ultime informazioni dal Centro per l’Impiego operante nel Comune di Porto Sant’Elpidio.


Cordialmente
………………………………..
Consigliere Comunale

Movimento Cinque Stelle